LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA NELLA COPPIA

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA NELLA COPPIA

Prova a pensare ad una pianta e prova a pensare alla cura e alla dedizione di cui necessita al fine di poterla fare crescere rigogliosa e verde per lungo tempo; grazie a questa cura costante, anche la pianta darà i propri frutti e risplenderà di tutto il suo splendore naturale; ecco questo potrebbe essere un esempio perfetto per spiegare come qualsiasi tipo di relazione noi iniziamo, che sia di lavoro o amorosa o familiare, questa possa svilupparsi evolversi e mantenersi nel tempo grazie al rispetto e alla stima reciproca.

In questa parte dell'articolo tratterò l'utilità di un dialogo assertivo all'interno di una coppia e quanta utilità la coppia potrà ricavare  dal mettere in pratica alcuni stili di pensiero.

L'amore assertivo è intriso di buone maniere, di profondo rispetto e stima reciproca.

Pur tuttavia, non è infrequente trovare relazioni affettive che evidenziano, nelle loro dinamiche interne, sia forti componenti aggressive per un partner che significative componenti passive per l'altro; in questo specifico caso, per esempio, l'utilizzo di un comportamento di tipo empatico, accompagnato da un buon livello di componente assertiva, potrebbe realmente aiutare a fortificare il sentimento e la coppia stessa.

Ora ti starai anche chiedendo perchè parlare di un sentimento di tipo assertivo nella coppia, ma soprattutto che utilità possa avere l'assertività in una coppia?

La risposta a questa domanda la si può comprendere attraverso varie azioni quotidiane che ora proverò a delineare attraverso alcuni punti focali.


 

 

 

Pensa ad una piccola azione quotidiana che ameresti tanto ricevere quando sei insieme al tuo partner e immaginati che in questo momento il/la partner, al/alla quale tu stai parlando, si soffermi per un attimo a riflettere con te su quanto stai comunicando:

 

Immaginati che in quel momento quello stesso partner che si sofferma, ti riservi un ASCOLTO ATTIVO ED EMPATICO.

 

Uno degli aspetti principali che sembra far funzionare efficacemente una relazione sentimentale sembra essere la dimostrazione di provare un reale interesse per ciò che il partner ci comunica, immedesimandoci pure negli eventi e nei sentimenti provati da lui/ lei (in questo caso si utilizza anche il termine "calarsi nei suoi panni").

 

E questo  non facendo finta di ascoltare, come capita spesso.

 

Relazionarsi in questo stato comunicativo, tentando di sintonizzarsi sulle onde emotive dell'Altro, viene definito come ascolto empatico; la persona che lo pratica tenta di mettersi sullo stesso piano dell'interlocutore, come se stessero guardando entrambi nella stessa direzione; ecco che, già in questo modo, potremmo esprimere il sentimento che si prova verso il/la partner in modo assertivo ma con rispetto.

 

 

La noia, nemica della coppia, aiuta a far "scoppiare la coppia".

 

 

Per non incappare in questo genere di errore, forse potremmo rivalutare maggiormente i gesti dei rispettivi partner come una sorta di esortazione allo "RISCOPRIRSI, OGNI VOLTA, COME LA PRIMA", ed incitando, inoltre, in questo modo a pensare alla costante necessità di reinventarsi nel proprio quotidiano con la finalità di non dare per scontato, nè essere considerati, al tempo stesso, partner scontati nella relazione.

 

L'inserimento di uno stile comunicativo di tipo assertivo ed empatico, in questo specifico contesto, aiuterebbe a migliorare la coppia in quanto faciliterebbe i rispettivi partner a riferire chiaramente ciò che a loro farebbe più piacere per essere felici.

 

 

Sembra molto più opportuna, quindi, una comunicazione che evidenzi con chiarezza i propri pensieri e soprattutto i propri desideri al/alla partner, al fine di manifestare, con evidenza reciproca, l'intento di scoprire il piacere di stare insieme!

 

 

Qualsiasi coppia un pò rodata nel tempo potrà dire che una componente base per farla funzionare è data dalla commistione del "venirsi incontro e imparare a trovare un punto di intesa comune, quando non si è d'accordo" attraverso il "COMPROMESSO e la NEGOZIAZIONE".

 

Certamente diventa maggiormente squilibrato e difficile il rapporto in una coppia dove vi sia la presenza fortemente discrepante di un soggetto aggressivo e di uno passivo: per questo genere di rapporto, da un punto di vista psicologico, sembra essere necessario che i partner divengano consapevoli del forte divario esistente tra i due e,  successivamente, poter riformulare ( insieme al terapeuta ) un nuovo stile comunicativo, per poter  apprendere un più efficace comportamento di tipo assertivo che permetterà di imparare una negoziazione maggiormente obiettiva, privata dello stile di prevaricazione delle ragioni dell'un soggetto sull'altro;

 

Tutto ciò, nell'ambito di una possibile terapia di coppia, significa poter far acquisire maggior consapevolezza ai rispettivi soggetti al fine di elevarne il grado di maturità, quando possibile, ovviamente.

 

 

L'amore assertivo comunica chiaramente, è aperto, non ha ombre nè segreti per la coppia; se so comunicare in modo assertivo, so esprimere chiaramente ciò che provo coinvolgendo il partner nelle senzazioni ed emozioni che provo, attraverso l'empatia, senza nulla temere, poichè il rapporto di tale portata implica una totale apertura verso l'altro.

 

Mi capita spesso di sentire che molte coppie litighino proprio per il "non detto", pretendendo e dando per scontato che l'altro debba leggere la mente e intuirne pensieri e sentimenti... ma COME FACCIO A SAPERE CIO' CHE PROVI SE NON ME LO DICI?

 

In questo caso imparare a comunicare e di conseguenza ad amare in modo assertivo aiuterà a rendere più partecipi i nostri partner, in quanto potremo esprimere più apertamente le nostre emozioni, rendendoli amanti unici e importanti.

 

 

Tenacia, determinazione, entusiasmo, condivisione di sogni sono obiettivi comuni in una coppia assertiva alla pari di una squadra che, per raggiungere gli obiettivi comuni prestabiliti, deve lavorare insieme con forza e coraggio, preparata a rimanere unita fino al raggiungimento della meta, qualsiasi siano le difficoltà che incontrerà.

 

 

Ogni singolo punto potrà essere sviluppato anche all'interno di specifiche sedute per la terapia di coppia, dove il professionista si adopererà, come un intagliatore di diamanti grezzi, a lavorare e smussare i vari punti di ostacolo e difficoltà presentati dalla coppia, restituendo, per quanto possibile, una nuova "lucentezza" o per meglio definire...una nuova consapevolezza affettiva che mira ad un obiettivo superiore e cioè all'amarsi con rispetto.

 

 

 

 

Michela Morin - miodottore.it

DESIDERI UNA CONSULENZA SOLO PER TE?

Il primo contatto con lo psicologo può avvenire online.

Comodamente, nel massimo rispetto della privacy.

 

Seguimi anche su FACEBOOK!


VUOI METTERTI TU IN CONTATTO CON ME?

Chiamami direttamente, se lo desideri.

Risponderò sempre ( o richiamerò appena possibile, se occupata ).

 

Via Caldevezzo 17A

35028  - Piove di Sacco  ( PD ) -

michela.morin@ordinepsicologiveneto.it

Tel. 049.8380113

Mobile 338.2739648


Michela Morin - miodottore.it